Roma, 11 sett. - Il Sottosegretario alla Giustizia ...
Informiamo tutti i candidati che l’art. 10, comma 7, del
ROMA (ITALPRESS) - "Non e' piu' tollerabile assistere ai ...
Trapani, 24 ago - “Martedì scorso un agente in ...
Una delegazione della Ugl Polizia Penitenziaria e il ...
Sulla questione carceri a Forlì De Pasquale ha trovato il
Visite fiscali, confermata la tesi Ugl. Vi spieghiamo perché!

Qualche sindacato, per l’ennesima volta, fa qualche confusione in merito alle visite fiscali ma è necessario leggere attentamente la circolare e non limitarsi solo alla lettura dei comunicati sindacali. Riportiamo una parte del documento che conferma la nostra passata tesi, per il resto, leggete la circolare.

“Con il citato messaggio n. 3265 del 9 agosto 2017, stante l’esplicita previsione normativa di cui all’articolo 7, comma 2, del decreto legge n. 179/2012, convertito dalla legge n. 221/2012, sono stati esclusi anche il personale delle Forze armate (Esercito, Marina militare, Aeronautica militare), dei Corpi armati dello Stato (Guardia di Finanza e Carabinieri, Polizia dello Stato, Polizia Penitenziaria) e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, al quale non si applica la citata normativa inerente alla certificazione telematica di malattia.

Per le suddette categorie di dipendenti pubblici, infatti, sono previste specifiche disposizioni di settore anche in considerazione degli aspetti connessi con la tutela della segretezza e sicurezza nazionale, oltre che delle particolari valutazioni che richiede l’idoneità alla ripresa del lavoro di lavoratori che per attività di servizio detengono armi da fuoco.

Al momento, con specifico riferimento alle citate categorie di dipendenti (Forze armate, Corpi armati dello Stato e Corpo nazionale dei vigili del fuoco), sono in corso approfondimenti e verifiche con il Ministero per la semplificazione e la pubblica amministrazione ed i Ministeri vigilanti. In attesa delle indicazioni ministeriali, che saranno fornite all’esito delle verifiche suddette, per i dipendenti in questione è possibile disporre sin d’ora le visite mediche di controllo richieste dai datori di lavoro; tali visite continueranno a essere a questi ultimi fatturate e il relativo costo non potrà essere considerato a carico dei fondi specificamente assegnati all’Inps per la gestione del Polo Unico. L’assenza della certificazione telematica di malattia per le Forze armate ed i Corpi armati dello Stato al momento impedisce la possibilità per l’Istituto di disporre visite mediche di controllo d’ufficio.

Leggi la circolare INPS

Last modified on Mercoledì, 11 Aprile 2018 07:54
Share this article

Contatti

Privacy Policy

Top